Crea sito

Lo psicodramma

La drammatizzazione può essere definita come uno sforzo conscio e deliberato per trovare un'espressione simbolica ai fatti dell'inconscio ( Whitmont E.)

 

Lo psicodramma  nasce a Vienna grazie ad uno psichiatra di origine rumena, trasferitosi nella capitale austriaca: J. L. Moreno (vedi link). Qui Moreno scopre l’importanza e l’efficacia per l'individuo della rappresentazione scenica di ciò che sta vivendo, dei suoi ricordi e dei desideri per il futuro.
La messa in scena permette di avviare, in una situazione protetta, un dialogo possibile  fra le diverse situazioni della propria vita. La persona giunge così ad una maggiore conoscenza di sé e degli altri, dei suoi rapporti e delle sue relazioni.


Lo psicodramma è un metodo d’approccio psicologico che consente alla persona di esprimere, attraverso la messa in atto sulla scena, le diverse dimensioni della sua vita e di stabilire dei collegamenti costruttivi fra di esse. Lo psicodramma facilita, grazie alla rappresentazione scenica, lo stabilirsi di un intreccio più armonico tra le esigenze intrapsichiche e le richieste della realtà, e porta alla riscoperta ed alla valorizzazione della propria creatività.
La persona nell'azione della scena rappresentata è portato a giocare le situazioni piuttosto che solo a limitarsi a raccontarle e così ad ascoltare le diverse parti del suo mondo interno e relazionale, i suoi interrogativi, i suoi dubbi, le sue risorse, i suoi desideri, i suoi bisogni… In questo modo attiva un dialogo interno con sé stesso che lo porta a cogliere nuove soluzioni ai suoi conflitti interni e col mondo esterno.


Le sessioni di psicodramma della durata media di due ore possono essere finalizzate alla crescita personale, alla formazione e alla psicoterapia di gruppo